News & Events

Tutte le novità dal mondo Kruder

Il Gilet

Un capo iconico della moda maschile

Johnny Depp lo preferisce su un paio di jeans, Jude Law indossa quello a doppio petto sotto uno “spezzato”, Sean Connery, invece, lo coordina con un completo: il gilet si può interpretare come si vuole.

Del resto basta addentrarsi nell'etimologia del termine per capire che siamo di fronte a qualcosa di speciale. La parola è, infatti, mutuata dal francese gilet, che deriva dallo spagnolo jaleco che a sua volta proviene dal turco yelek, e non a caso il gilet era un indumento molto comune nella Turchia ottomana.

Tra fine Settecento e inizio Ottocento veniva detto anche panciotto, ed è in questo momento storico che diventa un capo iconico della moda maschile, capace di mantenere intatto il suo fascino nonostante le oscillazioni della moda e del gusto.

Venne diffuso in Europa da Luigi XVI, che impose alla sua corte uno stile particolarmente sfarzoso, per distinguere la nobiltà dalla borghesia, condizionando la moda di tutto il continente.

Durante l’Ottocento invece ad adottare questo capo fu proprio la borghesia, che però l’indossò in modo più semplice e sobrio.

Durante la sua storia il gilet è stato interpretato spesso come spazio di sperimentazione ed eccentricità, anche quando formalismo e convenzione dominavano l’estetica maschile, ancorandola a un codice rigido di regole. Per questo motivo è sempre stato amato dai dandy, che lo resero un indumento dal forte valore simbolico, mostrando a tutti il loro senso del gusto attraverso l’originalità dei propri panciotti.

Il movimento futurista, ad esempio, propose dei gilet che rappresentavano il credo estetico del movimento. Ideati da Fortunato Depero, questi capi divennero vere e proprie opere d’arte, delle provocazioni al gusto comune che esaltavano il vitalismo dei futuristi.

Se la tradizione prevede che il gilet vada indossato con le bretelle, il tempo lo ha spesso abbinato alla cintura. È preferibile che sia aderente e che copra completamente la camicia, quindi attenzione quando lo indossate.

La sua versatilità lo rende adatto a essere utilizzato con abiti formali e spezzati e permette di inserirlo come tocco di classe nei look più casual, abbinandolo a camicie, polo e t-shirt.

Per darti la possibilità di creare molteplici outfit noi di KRUDER abbiamo deciso di crearne una grande varietà: texture particolari, tessuti Armaturati, gessati, quadri, principe di Galles, pied de poule in abbinamento con fodere fantasia e dettagli che ne esaltano l’aspetto.

Il gilet inoltre è una soluzione di grande stile per difendersi dal freddo, consente di aggiungere uno strato ma con classe!

Ecco perché questa stagione, nei nostri store, trovate i gilet formali, realizzati con gli stessi tessuti con cui abbiamo realizzato anche gli abiti.

Importante è che sia sempre in linea con il vostro outfit e che non risulti un elemento troppo in contrasto con il resto del vostro abbigliamento.

È fondamentale abbinare bene il tessuto del gilet con quello degli altri capi che si indossano, può essere tinta unita o fantasia, scuro o chiaro, sobrio o eccentrico, ma comunque ben coordinato.

Il gilet è il capo perfetto per esprimere il vostro stile, trovate quello che fa per voi!

Il Gilet Il Gilet Il Gilet Il Gilet

News & Events

Archivio notizie

New Opening

New Opening

Palermo Viale Strasburgo

Leggi l'articolo
L'eleganza passepartout di Kruder per Luxury Rome

L'eleganza passepartout di Kruder per Luxury Rome

Leggi l'articolo
Invito New #ShoeShine Event

Invito New #ShoeShine Event

Leggi l'articolo
Invito Kruder #KALLIGRAPHY

Invito Kruder #KALLIGRAPHY

Live Art Experience

Leggi l'articolo
In Kruder la primavera è iniziata con la Mid Season Sales!

In Kruder la primavera è iniziata con la Mid Season Sales!

Leggi l'articolo
Invito KRUDER #BarberShopEvent

Invito KRUDER #BarberShopEvent

Formia Giovedì 28 Marzo

Leggi l'articolo
Elegance is your adventure

Elegance is your adventure

-20 su Abiti SS19

Leggi l'articolo
Prima Clip Spring Summer Collection 19!

Prima Clip Spring Summer Collection 19!

Leggi l'articolo
Indietro
Avanti